Rassegna stampa di notizie più o meno interessanti (per me) dalla rete

Ossessionata dal Codice Da Vinci, si uccide

In Rassegna Stampa on marzo 18, 2007 at 11:25 pm

Di recente era stata ricoverata in un ospedale psichiatrico


Ossessionata dal Codice Da Vinci, si uccide

La giovane ricercatrice inglese era convinta di avere scoperto «segreti scomodi» nelle opere di Leonardo

 

Caroline Eldridge

Caroline Eldridge

LONDRA – Una giovane inglese esperta d’arte, studiosa delle opere di Leonardo Da Vinci, si è suicidata dopo essere diventata ossessionata dalla trama del libro-thriller «Il Codice Da Vinci». Convinta di avere scoperto «segreti scomodi» nelle opere del maestro rinascimentale, nonché di avere ammassato «troppa conoscenza» sulla materia, la bella Caroline Eldridge, che studiava e viveva a Roma, era convinta che degli oscuri emissari pseudo-religiosi volessero farla fuori a causa dei suoi studi e ha giurato al padre: «Non lascerò che mi prendano viva».

La 38enne Eldridge, che lavorava al fianco del Professor Rocco Sinisgalli a Roma, aveva cominciato ad avere attacchi di panico che, secondo il coroner, l’hanno portata ad un estremo stato di paranoia, in cui la studiosa ha cominciato a pensare di vivere nel libro di Dan Brown, campione di incassi in tutto il mondo. Nel libro uno studioso di simbolismo risale ai colpevoli dell’assassinio di uno dei massimi esperti di Leonardo Da Vinci, ucciso perché questi aveva scoperto il segreto del “codice” del maestro, che in sostanza legava Gesù Cristo e Maddalena in un matrimonio fecondo. La Eldridge scrive il Daily Mail, era convinta di aver scoperto altri segreti innominabili, tra le opere di Leonardo, e questo l’avrebbe messa in costante pericolo di morte. La ragazza, riportata a casa dal padre, che si era molto preoccupato per il suo stato di salute mentale, era poi stata portata in un ospedale per malati di mente e subito dopo rilasciata perché non affetta da particolari malattie nervose.

A casa con i genitori, in un tranquillo paesino dei Cotswolds, la Eldridge ha però continuato a sentirsi perseguitata. Dopo pochi mesi a casa, Caroline ha quindi deciso di farla finita, prendendo un’overdose di farmaci. I genitori l’hanno ritrovato morta nel letto dell’infanzia e il padre, un vecchio preside delle medie, ha dichiarato: «ia figlia soffriva di stress, lavorava troppo ed era diventata vittima della paranoia. Il libro “Il Codice Da Vinci”, che lei riteneva necessario per uno studio approfondito della prospettiva di Leonardo, l’ha completamente mandata in tilt, tanto da portarla al suicidio».


Deborah Bonetti (Corriere.it)

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: